3D Secure: cos’è, a cosa serve e quando utilizzarlo

Scritto in il 14 novembre 2017

Partiamo da una prima definizione generale: il 3D Secure è un servizio studiato e sviluppato dai principali circuiti di pagamento internazionali Visa e Mastercard (rispettivamente Verified by Visa e Mastercard SecureCode) che garantisce, per gli acquisti online, l’affidabilità della transazione e la tutela al 100% dell’identità del pagatore che non rischia di ricevere addebiti in caso di clonazione della carta.

Le transazioni effettuate con 3D Secure sono di fatto più sicure rispetto a quelle effettuate attraverso POS fisico in quanto potrebbe verificarsi rischio di ripudio per carta rubata o clonata in caso di transazione la cui identificazione può essere confermata solo attraverso la firma sul retro della carta.

Ma esattamente, di cosa si tratta?

Il 3D Secure non è altro che un codice alfanumerico (le cifre di cui è composto possono variare tra le quattro e le dieci) da inserire, una volta compilati tutti i campi relativi ai dati della carta, per ultimare il proprio acquisto online in piena sicurezza.

IMPORTANTE: non va assolutamente confuso con il PIN della carta (il codice utilizzato unicamente per prelevare allo sportello) in quanto il 3D Secure dev’essere utilizzato solo ed esclusivamente per acquistare online.

Spesso le persone lo confondono con il codice PIN nonostante esista una sostanziale differenza tra i due: nella maggior parte dei casi, il 3D Secure non è definitivo ma è un codice mutevole che dev’essere generato per ogni nuovo acquisto.

La modalità con la quale viene generato varia a seconda delle politiche della banca erogatrice della carta, tuttavia le principali modalità sono queste:

  1. la banca fornisce al proprio cliente un dispositivo capace di generare 3D Secure temporanei da inserire ogni qualvolta si decide di acquistare online
  2. la banca, una volta compilati i campi della carta, invia tramite sms al proprio cliente un 3D Secure temporaneo da utilizzare per completare l’acquisto online.
  3. il cliente comunica, in fase contrattuale, alla banca erogatrice della propria carta, un codice da utilizzare. Solo in questi casi il 3D Secure è un codice fisso

 

Speriamo di aver chiarito meglio l’importanza e l’utilizzo del 3D Secure e rimandiamo i nostri lettori a non esitare a chiedere alla banca erogatrice della propria carta maggiori informazioni su come generare il proprio 3D Secure.